d
c

Emergenza COVID-19

L’unico modo per combattere e sconfiggere il SARS-CoV-2 è la ricerca, ovvero lo studio dei suoi comportamenti, le modalità di trasmissione, le evidenze epidemiologiche che permettono di comprenderne meccanismi e peculiarità virali, così da poter sviluppare farmaci efficaci e un vaccino atto a contrastarne la diffusione. 

I fondi raccolti saranno utilizzati per sostenere progetti di ricerca relativi all’emergenza COVID-19, per affrontare con approcci innovativi e multidisciplinari le grandi questioni aperte dalla gravissima pandemia, e dalle misure che sono state adottate per arginarla.

L’unico modo per combattere e sconfiggere il SARS-CoV-2 è la ricerca, ovvero lo studio dei suoi comportamenti, le modalità di trasmissione, le evidenze epidemiologiche che permettono di comprenderne meccanismi e peculiarità virali, così da poter sviluppare farmaci efficaci e un vaccino atto a contrastarne la diffusione. 

I fondi raccolti saranno utilizzati per sostenere progetti di ricerca relativi all’emergenza COVID-19, per affrontare con approcci innovativi e multidisciplinari le grandi questioni aperte dalla gravissima pandemia, e dalle misure che sono state adottate per arginarla.

La ricerca sul coronavirus

L’Università di Padova è in prima linea nella ricerca per sconfiggere la pandemia: i progetti e gli studi coordinati dall’Ateneo.

I dati
sull’epidemia

Tutti i dati aggiornati sull’epidemia dal progetto covid19ita.

Sostieni la ricerca

Per mappare e bloccare la diffusione della pandemia, trovare cure più efficaci, assistere i pazienti occorrono molte risorse: ognuno può contribuire.

«L’intero pianeta sta vivendo un momento cruciale, affrontando la pandemia dovuta al Covid-19. Un nemico pericoloso, capace di diffondersi velocemente, senza confini. Ma il virus si può fermare e sconfiggere, con un’arma altrettanto globale: la forza della scienza. Ed è per questo che l’Università di Padova lancia una raccolta fondi per supportare la ricerca.

Con un semplice clic possiamo aiutare il lavoro della comunità scientifica, impegnata strenuamente nell’analisi del virus. Conoscerlo per poi combatterlo: un lavoro incessante che vede il nostro Ateneo in prima linea nel portare il proprio contributo, mettendo in campo quella profonda capacità di ricerca che ci è universalmente riconosciuta.

In quello spirito di massima collaborazione abbiamo anche messo a disposizione della Regione del Veneto i nostri laboratori per l’analisi dei test che si stanno effettuando e che si andranno a compiere. Ma nella lotta al Coronavirus tutti possiamo fare la nostra parte: insieme supereremo questa sfida, e ne usciremo più forti e uniti».

Rosario Rizzuto, Rettore

La medicina a Padova

La Scuola di Medicina e Chirurgia vanta una lunga storia di studi anatomici e clinici che hanno rivoluzionato la scienza medica. Su un passato illustre e un presente di riconoscimenti di eccellenza a livello internazionale, le ricercatrici e i ricercatori delle scienze mediche dell’Università di Padova sono in prima linea per combattere il virus SARS-CoV2.

Dopo aver per primi in Italia messo a punto il test che in sole tre ore è in grado di rilevare la presenza del nuovo Coronavirus nell’uomo, chi fa ricerca è ora impegnato nello studio approfondito del virus per la messa a punto di cure e di un vaccino capaci di porre fine alla pandemia nel minor tempo possibile.

Rassegna stampa

Le ricercatrici e i ricercatori dell’Università di Padova stanno lavorando, a vari livelli, a studi sul nuovo coronavirus Sars-CoV2. Questi studi e le dichiarazioni delle scienziate e degli scienziati vengono riportati ampliamente sui giornali e sui servizi televisivi dei telegiornali. In questa pagina trovate solo una selezione della copertura dei media nazionali ed internazionali.

Le nostre interviste