Luca Cappellin

Linee guida ed analisi del rischio per l’utilizzo di ozonizzatori nella disinfezione di superfici ed ambienti contro SARS-CoV-2

Stima finanziamento per attuazione del progetto: 5.000 euro
  1. Valutare l’efficacia di diverse combinazioni di concentrazione di ozono/tempo di trattamento per l’inattivazione di SARS-CoV-2
  2. Studiare il potenziale aumento del livello di rischio da esposizione legato alla generazione di aldeidi e altri composti nocivi nell’aria indoor (EN 16516:2017) a seguito dei trattamenti di sanificazione nelle varie combinazioni di concentrazione di ozono/tempo di trattamento e per i vari utilizzi (ambiente interno, armadio di sanificazione di indumenti, automobile).
  3. A seconda della tipologia di ozonizzatore (in particolare ozonizzatori con/senza riconversione dell’ozono in ossigeno), valutare le modalità di utilizzo per la conformità dei trattamenti alle norme HACCP e al DL.vo 81/2008, con particolare riferimento ai limiti di esposizione.
  4. Riassumere i risultati in linee guida ad uso degli operatori economici e degli utilizzatori di ozonizzatori